Arancia Rossa di Sicilia IGP
700 mila spremute di Arance Rosse di Sicilia IGP nei McCafé d’Italia

McCafé d’Italia distribuirà 700 mila spremute di Arance Rosse di Sicilia IGP. Continua a leggere…

Le gustose arance rosse di Sicilia arrivano nella più importante catena di fast food di origine statunitense. Grazie ad un accordo siglato tra McDonald’s e un’azienda catanese, leader in Italia per la distribuzione di agrumi, sarà possibile gustare una sana aranciata naturale, con le arance rosse di Sicilia IGP, nei McCafé d’Italia.

Le arance saranno quelle fornite dai coltivatori locali aderenti al Consorzio di tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP. Il Consorzio conta oggi oltre 600 Soci fra produttori e confezionatori, per 6500 ettari di coltivazione certificata, ed è riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Forestali ed Alimentari.

In base all’accordo presentato a Catania ben 500 tonnellate di arance rosse di Sicilia Igp saranno acquistate dal gruppo per un totale di oltre 700mila spremute da servire nei locali italiani.

“È una nuova e importante tappa – evidenzia Giorgia Favaro, direttore marketing di McDonald’s Italia – del lungo percorso che abbiamo intrapreso oltre 10 anni fa con i Consorzi di Tutela delle materie prime Dop e Igp”.

L’Arancia Rossa di Sicilia IGP

Sono diverse le varietà di Arance Rosse Siciliane tutelate dal marchio IGP e prodotte dagli agricoltori del Consorzio. Questo pregiato agrume etneo è molto apprezzato per il suo gusto unico, grazie al particolare microclima tipico del territorio dove viene coltivata. La forte escursione termica presente alle pendici dell’Etna determina la pigmentazione delle abbondanti antocianine che conferiscono il tipico colore rosso alla polpa.

Per la sua unicità l’Europa ha riconosciuto all’Arancia Rossa di Sicilia l’Identificazione Geografica Protetta già nel 1996.

In base alla maturazione distinguiamo le arance Moro, le prime a maturare. Sono originare della zona di Lentini e ora diffusa nelle aree di Catania e Siracusa: E’ possibile gustare questa cultivar dai primi di dicembre a metà marzo.

Il Tarocco è certamente la varietà più conosciuta. La maturazione nei terreni in collina e meglio esposti inizia a metà di dicembre e termina, nelle aree tardive, verso metà maggio. Questa varietà si distingue per il cosiddetto collare o “muso”, più o meno prominente Il colore della buccia è giallo-arancio, arrossato su metà della superficie.

Infine troviamo il Sanguinello, l’ultima delle arance a maturare. La polpa e senza semi o quasi e dal colore arancio con numerose screziature sanguigne.

Segui CiboDOC (gruppo Comunicare24 by OndaTv) anche sui social

Condividi

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

error: