pasta con sarde e finocchietto
Pasta con sarde e finocchietto, piatto tradizionale siciliano

La pasta con sarde e finocchietto è un piatto molto conosciuto e apprezzato che rispecchia pienamente la cucina siciliana. Continua a leggere…

La pasta con sarde e finocchietto è uno dei primi esempi di piatto mare-monti. Si pensa che questa ricetta abbia origini antiche e sia stata inventata da un cuoco arabo durante una campagna militare araba a Siracusa.
Oggi è un piatto conosciuto e molto amato, che subisce delle varianti a seconda della città in cui viene realizzato.
Alcune ricette prevedono zafferano e passata di pomodoro, altre no. Ma al di là delle varianti, è certo che gli ingredienti principali sono le sarde e il finocchietto. L’abbinamento di questo pesce azzurro, che è ricco di preziose proprietà nutritive, e del finocchietto di montagna, regala un sapore deciso e particolare. Reso più ricco da altri ingredienti tipicamente siciliani come pinoli e uvetta.

Gli ingredienti necessari per preparare questo piatto sono:

  • pasta (preferibilmente spaghetti o bucatini)
  • sarde fresche
  • finocchietto selvatico
  • cipolla
  • passata di pomodoro
  • pinoli
  • uvetta
  • mollica di pane
  • sale, olio

Il procedimento della pasta con sarde e finocchietto

Un piatto dai sapori così genuini ha bisogno di materie prime fresche. Le sarde devono essere freschissime, cucinate poche ore dopo essere state pescate. Pulitele togliendo la testa, le viscere e la coda, apritele a libro facendo scorrere il vostro pollice al centro, delicatamente.
Preparate anche gli altri ingredienti: pulite il finocchietto selvatico scegliendo le parti più tenere, mettete l’uvetta in ammollo per qualche minuto.
Portate ad ebollizione anche l’acqua per la pasta con qualche ciuffo di finocchietto (le parti più dure scartate) per farle prendere l’aroma.

In una padella fate dorare un paio di minuti la cipolla tagliata molto finemente, unite ciuffetti tagliuzzati di finocchietto, una manciata di pinoli, l’uvetta già ammollata. Girando continuamente per non far bruciare la frutta secca lasciate insaporire e poi unite anche un cucchiaio di salsa e qualche sarda precedentemente pulita. Assaggiate e regolate di sale. Allungate con un po’ di acqua.

Nel frattempo cuocete la pasta, dopo aver tolto il finocchietto dall’acqua. Solitamente si sceglie un formato lungo.
Scolatela due o tre minuti prima del termine della cottura per completare tutto in padella con il condimento. In questo modo assorbirà tutti i sapori.
Prima di impiattare potete amalgamare anche un pesto di finocchietto, realizzato frullando rametti teneri di finocchietto con olio di oliva e pinoli, a crudo o prima sbollentato.
Tuttavia potete unire qualche goccia di pesto anche nel piatto stesso.

Servite la pasta con sarde e finocchietto e decoratela ancora con qualche pinolo, un altro po’ di uvetta, pesto di finocchietto e una spolverizzata di pangrattato tostato per dare croccantezza.

Ricetta elaborata dagli alunni dell’istituto Alberghiero San Michele di Sant’Agata Militello nell’ambito del progetto Mare Ricco Siciliano – il pesce come opportunità di crescita e sviluppo territoriale (Finanziato dal Dipartimento della pesca mediterranea – Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea – Regione Sicilia – Reg Misura 5.68 Misure a favore della commercializzazione – Interventi a titolarità PO FEAMP 2014-2020).

Segui CiboDoc anche su Facebook, clicca qui, Instagram e YouTube per non perderti novità, curiosità e ricette.

Condividi

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

error: