braciole alla messinese
Braciole alla messinese, tenere e saporite

Le braciole alla messinese sono involtini di carne molto teneri e ripieni di saporito pangrattato. Continua a leggere…

Possono degli involtini di carne essere così teneri da sciogliersi in bocca?
Se lo chiedete agli abitanti di Messina vi risponderanno certamente di sì!
Tra le pietanze più amate nella città dello stretto ci sono senz’altro le braciolettine di carne. Fettine di manzo sapientemente tagliate così sottili da essere quasi trasparenti e pronte per racchiudere un morbido e saporito ripieno di pangrattato condito. Infine infilzate in uno spiedino di legno o di ferro.

Le braciole messinesi non sono molto conosciute fuori dalla Sicilia e, a dire il vero, non è semplice per un macellaio inesperto capire qual è il taglio giusto da dare al cliente, ma andrà benissimo un carpaccio di manzo.
Una volta ottenuta la carne sarà sufficiente condire il pangrattato con formaggio grattugiato (a scelta tra parmigiano, pecorino o caciocavallo), provola e profumi.

Le braciole alla messinese sono così piccole da poter essere mangiate in un boccone ed oltre ad essere un piatto tipico della domenica sono anche tra le protagoniste dei barbecue fatti all’aperto e delle scampagnate.
La cottura che più si addice è quella sulla brace ma gli involtini saranno perfetti anche cuocendoli su una piastra o nel forno. C’è poi chi li immerge nel sugo e chi li preferisce un po’ caramellati con vino bianco e cipolle.

Ecco gli ingredienti che occorrono per circa 7 spiedini di braciole alla messinese

  • 500 g di carpaccio di manzo
  • 200 g di pane raffermo grattugiato
  • 5 cucchiai di parmigiano (o pecorino)
  • 100 g di provola dolce o provola dei Nebrodi
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • un pizzico di sale
  • pepe nero
  • 3 cucchiai circa di olio di oliva

Come si preparano gli involtini messinesi

Iniziate preparando il ripieno. Al pangrattato, che non deve essere troppo secco, unite il formaggio grattugiato, l’aglio tritato finemente, il prezzemolo lavato e tagliuzzato, il sale, il pepe nero. Amalgamate bene e infine aggiungete olio quanto basta per ottenere un composto sgranato ma umido e soffice.

In un piatto versate un po’ di olio e unite un pizzico di sale. Vi servirà per bagnare leggermente la carne. Poi passatela velocemente nel pangrattato creando una sorta di panatura.
Adesso disponete le fettine di carne una accanto all’altra sul piano di lavoro. Al centro di ognuna mettete un piccolo mucchietto di pangrattato e un cubetto di provola. Formate l’involtino arrotolando ogni fettina su se stessa e facendo attenzione a piegare verso l’interno i lembi esterni. In questo modo l’involtino rimarrà compatto e ben chiuso anche durante la cottura.
Infilate le braciole così ottenute negli spiedi di legno.
Per ogni spiedo potete inserire da 6 a 8 involtini.

braciole alla messinese

Per ultimo appoggiate gli spiedi sul pangrattato rimasto per ottenere una leggera panatura anche in superficie.
Non vi resta che cuocere le braciole scegliendo il metodo che preferite.

Per altre ricette consigli e curiosità sul cibo seguici anche sulla pagina Facebook, QUI, Instagram e YouTube!

Condividi

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

error: