La ricetta del pesce stocco a ghiotta alla messinese

Tra le ricette tipiche della Sicilia e in particolare di Messina troviamo il “Pesce stocco a ghiotta” ecco come si prepara.  Continua a leggere…

Mangiare piscistoccu a ghiotta non equivale solo a soddisfare la necessità di sfamarsi o a togliersi uno sfizio, una voglia…è molto di più! In Sicilia e in particolare nel messinese è il piatto delle occasioni, delle feste, dei grandi cenoni, delle memorabili riunioni familiari, è il piatto che fa fare “bella figura”, che si prepara come diceva la nonna. Ma, soprattutto, scegliere di inserire questo piatto nel menu del giorno significa andare alla ricerca dello stocco migliore e, in alcuni casi, fare anche tanti chilometri per comprarlo dal piscistoccaru di fiducia, perché deve essere di qualità, della giusta grandezza, della giusta consistenza, con un buon colore e dal prezzo onesto. Sì, i messinesi sono attenti e vogliono il meglio.

Quello che chiamano pescestocco non è altro che stoccafisso, ovvero merluzzo nordico essiccato. Solitamente viene acquistato già ammollato ed è quindi pronto per essere cucinato.
Ha un sapore molto particolare e pungente, di certo non lascia indifferenti.
La preparazione di questa ricetta non richiede grandi doti in cucina, è semplice, il risultato vi stupirà, a patto che gli ingredienti siano buoni. Vediamo cosa serve…

Ingredienti:

  • 1 kg di stocco
  • 4 o 5 grosse patate
  • mezzo litro di passata di pomodoro
  • 2 scalogni
  • olive verdi in salamoia
  • capperi
  • acqua q.b.
  • sale, pepe e olio d’oliva

Ecco il procedimento di preparazione:

Scaldate abbondante olio d’oliva in un tegame abbastanza largo da poter contenere il pesce stocco in un unico strato. Tagliate lo scalogno e fatelo soffriggere dolcemente, appena è dorato aggiungete le patate tagliate a grossi spicchi e fatele rosolare per circa 5 minuti. Proseguite unendo la passata di pomodoro, allungando con un po’ di acqua, e fate cuocere fin quando riuscite a pungere con la forchetta le patate, circa 15 minuti.

A questo punto potete aggiungere lo stocco precedentemente tagliato a pezzi grossi e preferibilmente privato di spine; una volta sistemato nella pentola assicuratevi che sia coperto per buona parte, ma non del tutto, dal sughetto, se è il caso allungate ancora un po’ con l’acqua. Vedi il video della preparazione…

Aggiustate di sale e pepe, unite i capperi dissalati e le olive, fate cuocere per circa 45 minuti a fiamma dolce. Il tempo può variare dalla qualità delle patate che devono essere ben cotte.
Lasciate il coperchio di poco spostato per permettere al vapore di uscire e al sugo di restringersi al punto giusto. E’ importante non mescolare durante la fase di cottura del pesce affinché quest’ultimo non si rovini sminuzzandosi; potrete scuotere di tanto in tanto il tegame tenendolo saldamente per i manici.
Servite la pietanza ancora calda, adagiando delicatamente il pesce nel piatto e accompagnandolo con il sughetto e le olive.

Varianti e consigli

Insieme allo scalogno potete soffriggere anche il sedano tagliato a dadini.
La passata di pomodoro può essere sostituita da pomodorini piccoli freschi.
Con il sughetto ottenuto molti amano condire la pasta, vi assicuro che verrà squisita!
Se desiderate abbondare con il sugo nel piatto servite anche del pane casereccio, gli amanti della scarpetta vi ringrazieranno.

Ricetta suggerita da VivoMangiando

Segui CiboDOC anche su Facebook: CLICCA QUI

Condividi

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web

error: